Cerca nel blog

martedì 24 ottobre 2017

Invito alla lettura 2017 - 2018

Scuole primaria e secondaria inferiore
  • Fantasie di libri
Protagoniste delle fantasie saranno sia le storie che le poesie. Il laboratorio prevede l'ascolto di letture ad alta voce e un'attività creativa. Le classi interessate dovranno scegliere se il laboratorio sarà dedicato alla narrazione oppure alla poesia.
Durata: 90 – 100 minuti

Scuola secondaria inferiore
  • La gara dei grandi lettori
Prosegue la gara di lettura dedicata ai “grandi lettori”. Quest'anno sarà proposta la lettura di un unico libro, importante per il tema trattato: Da che parte stare. I bambini che diventarono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino di Alberto Melis (Piemme)
Saranno messe a disposizione dalla biblioteca due copie dell'opera per ciascuna classe o gruppo iscritto. Dopo la gara, nella giornata della premiazione si terrà un incontro con Massimo Savastano, presidente onorario aggiunto dell’associazione antimafia “Noi Oltre Eboli” e autore di alcuni libri che indagano il fenomeno mafioso, rivolgendosi particolarmente a ragazzi e giovani.

  • Porte aperte in biblioteca
(tipologia di incontro adatta anche alle scuole secondarie superiori)

La biblioteca apre le porte alle classi scolastiche in orario di lezione. Le visite sono ovviamente gratuite, ma si svolgono sempre e soltanto su prenotazione (durata 50 minuti circa). Chi prenota la visita potrà scegliere di approfondire anche uno di questi temi (ulteriore durata un'ora):
  1. come scegliere un libro o effettuare una ricerca tra gli scaffali
  2. Cinque secoli di giovinezza. Breve storia del libro a stampa
  3. Il Mondo Nuovo nei libri antichi della biblioteca

ISTRUZIONI PER L’USO

  • Ogni classe o gruppo di alunni potrà scegliere una sola attività.
  • La partecipazione è gratuita, ma è necessario prenotarsi entro sabato 18 novembre 2017 (Tel 0322 81485, marazzaragazzi@libero.it ) qualunque sia il laboratorio prescelto. In caso di prenotazioni in numero superiore alle disponibilità della biblioteca verrà data la precedenza, nell’ordine: alle scuole di Borgomanero, alle scuole site nei Comuni aderenti al Sistema del Medio Novarese. I laboratori si svolgeranno esclusivamente nei giorni di martedì e venerdì, nel periodo compreso tra il 28 novembre 2017 e il 30 marzo 2018.
  • La Sezione Ragazzi predisporrà un calendario che verrà comunicato a tutti gli iscritti e non sarà modificabile.
  • La finalità di tutte le attività proposte è quella di suscitare interesse e curiosità nei confronti dei libri, dei loro autori e dei loro contenuti; di far conoscere ai bambini e ai ragazzi il piacere della lettura e di favorire scelte personali e creative in relazione all’organizzazione del proprio tempo libero.

venerdì 20 ottobre 2017

Libri per bambini (con bisogni) speciali

Ieri si è tenuto il primo dei tre incontri di aggiornamento programmati per questo autunno. Il tema era la presenza in biblioteca dei libri in simboli, una delle tipologie di libri a lettura facilitata che devono trovare posto nella biblioteca pubblica, nella quale, per definizione, "nessuno è escluso". La relatrice è stata Anna Gasparello, autrice di un volume sul tema, tratto dalla sua tesi di laurea.
A partire dalla seconda legge della biblioteconomia di Ranganathan (I libri sono per tutti. A ogni lettore il suo libro), la Gasparello ha illustrato attraverso quale percorso di inclusione i libri della CAA hanno conquistato un posto - e un ruolo - importante anche nella biblioteca pubblica, oltre che nelle scuole, nelle famiglie e nelle strutture sanitare deputate. Dopo avere illustrato i sistemi simbolici più diffusi (PCS e WLS), in grado di sopperire non solo ai bisogni di "etichettatura" di oggetti, persone o animali, ma anche di esprimere concetti astratti, come sentimenti ed emozioni, ha percorso brevemente la storia della CAA in Italia e dato alcune indicazioni sulle Case editrici specializzate nella stampa di questa tipologia di libri (Clavis, Uovo Nero, Erikson, in particolare).
Ha infine concluso con una constatazione per noi bibliotecari fondamentale e ispiratrice di sempre maggiore impegno: "I bambini con bisogni speciali hanno trovato nella biblioteca un luogo in cui sentirsi accolti e valorizzati, che mette a loro disposizione gratuitamente strumenti che sono in grado di comprendere  e utilizzare anche in autonomia. I genitori hanno scoperto un punto di riferimento per far valere il diritto dei figli alla fruizione culturale". Perché la biblioteca pubblica è un servizio per tutti, senza distinzione, discriminazione, esclusione per motivi di età, razza, sesso, lingua, religione, capacità e attitudini personali, come prescritto dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia (1990).
Alla nostra sezione ragazzi e al centro rete trovate alcuni libri in simboli e naturalmente il saggio di Anna Gasparello.