Cerca nel blog

venerdì 12 maggio 2017

Biblioteche aperte e Bibliotecari al tempo di Google

Nello scorso mese di marzo si sono conclusi i lavori del Convegno "La biblioteca aperta" tenutosi alla Fondazione Stelline di Milano e che costituisce per i bibliotecari italiani un'irrinunciabile occasione di aggiornamento e di incontro.  Il Convegno ha fatto registrare un record di affluenza: circa 2.100 i partecipanti, affollate le sessioni parallele del convegno principale e le iniziative collaterali. Anche una nostra delegazione da Borgomanero era presente. Abbiamo molto apprezzato gli interventi di  David Cohen, Mauro Guerrini e Luca Ferrieri nell'ambito della sessione SCENARI E TENDENZE, a cui abbiamo potuto assistere direttamente. Si è trattato del rapporto - sia concettuale che reale - tra public library e biblioteca aperta, rilevando come nella prima già esistesse in nuce l'idea della seconda, che si giova anche delle nuove tecnologie e dell'immenso web.
Per noi stessi e per tutti i bibliotecari del Sistema interessati sono disponibili in consultazione gli Atti completi delle due giornate congressuali, insieme a quelli del convegno dell'anno scorso, 2016, il cui tema era "Bibliotecari al tempo di google". Proprio dalla relazione introduttiva di Alberto Petrucciani a quest'ultimo trascriviamo un'osservazione, importante da meditare, sia per noi che per i nostri utenti:
"Le funzioni da svolgere sul piano culturale e dei contenuti, per le biblioteche non sono minori di quanto siano state in passato, nonostante la Rete, e sono particolarmente importanti per un Paese come l'Italia, che sta accumulando un drammatico ritardo culturale, nell'istruzione e nella ricerca". (p. 16)


Nessun commento:

Posta un commento