Cerca nel blog

giovedì 19 dicembre 2013

Tutte le motivazioni per i vincitori del premio "La Casa della Fantasia" e arrivederci all'anno prossimo!


Sezione letteratura

Plin plin, di Massimo Artico
Brevissimo componimento in rima, “Plin plin” ha il pregio di saper esprimere in estrema sintesi e con stile limpido e chiaro, la voce e i colori dell’acqua dalle sue forme più domestiche a quelle dei grandi panorami blu e celesti che la natura ci offre. Testo capace di stimolare la fantasia nonché la proprietà e lo sviluppo del linguaggio dei più piccini.

Il viaggio di goccia, di Monica Gabbarrini 
La spiegazione classica delle tre forme che l’acqua può assumere sul nostro pianeta è qui offerta ai bimbi in forma di fiaba, con stile chiaro nel quale il ricorso al dialogo stimola l’attenzione e la comprensione: una piccola goccia d’acqua nasce in montagna e subito s’appresta a vivere la sua avventura nel mondo. Goccia, che si esprime con parole di bimba, conoscerà luoghi diversi e lontani, ma alla fine...

Un anno d’acqua, di Ilaria Rossi 
“Un anno d’acqua” è una leggera e gioiosa filastrocca che narra, mese per mese, quali siano le forme, grandi e piccole, dell’acqua che i bimbi possono incontrare: dal pupazzo di neve al bicchiere di minerale...  Le rime sono facili e quotidiane, come si addice ad un testo per i  più piccini.

Sezione illustrazione

Giada Ottone
Il realismo fiabesco e i colori netti e vivaci rendono le sue figure adatte alla prima infanzia, età nella quale reale e immaginario si intrecciano e tutto apre spazi ai sogni.

 Roberta Ragona
L’originalità, la sapienza del tratto e la raffinatezza delle scelte cromatiche rendono queste illustrazioni, oltre che perfettamente compiute, particolarmente degne di attenzione.

Giurati al tavolo della premiazione: Pastore, Bignoli, Martinoli

Massimo Artico, Ilaria Rossi, Paolo Bignoli, Giada Ottone, Roberta Ragona

Nessun commento:

Posta un commento