Cerca nel blog

mercoledì 18 aprile 2012

Giulio Martinoli. Il colore ritrovato

Fondazione Marazza
Borgomanero
21 aprile – 12 maggio 2012

Autopresentazione dell'artista

Giulio Martinoli è nato nel 1942 a St. Helier (isola di Jersey, Regno Unito) e vive a Omegna. La sua prima e principale vocazione è quella letteraria. Ha cominciato a dipingere dopo i sessant’anni, nel 2006, sollecitato dagli amici (tra i quali, in primis, il poeta, pittore e traduttore di poeti Ariodante Marianni).
Precedentemente, rispetto all’arte figurativa, è sempre stato dall’altra parte delle barricata, nel senso che si è occupato soprattutto di critica e di storiografia dell’arte. Ha tenuto per molti anni corsi di storia dell’arte per l’UNI3 di Omegna, alternando le sue lezioni con quelle dell’amico pittore Mauro Maulini. Ha organizzato, per conto di vari enti pubblici e gallerie privare, oltre cento mostre personali e collettive di artisti, locali e non. Ha pubblicato diversi cataloghi, brochures e libri.
Dopo aver visto ed esplorato tanti quadri degli altri, ha pensato che fosse giunto il momento di tentare il salto.
Oltre che dagli amici, la spinta gli è venuta dal desiderio di superare una volta per tutte la paura di cimentarsi con il colore. La ricerca del giusto accostamento tra i colori, forse più che non la forma e il segno, sono alla base della sua pittura. Tale cimento gli ha procurato consolazione e gioia nei momenti difficili.
Totalmente autodidatta, dichiara di considerarsi un dilettante, o meglio un naïf colto. I suoi autori di riferimento sono Paul Cézanne, Vassili Kandinskij e gli espressionisti, i futuristi. Firma i suoi quadri (finora ne ha realizzati quasi un migliaio) con un nom de plume, suggeritogli da un’amica che lo chiama così, Jules. Quanto ai soggetti, ha iniziato dipingendo barche a vela e velieri, poi è passato a uno stile decisamente informale. Attualmente dipinge soprattutto paesaggi, per lo più immaginari o quasi, ma anche con riferimenti al reale. Ricorre a varie tecniche, spesso sovrapposte, dall’olio al pastello, dalla tempera alla china.   

Hanno scritto di lui:

Quelle forme, quei colori, Giulio Martinoli li aveva dentro da sempre, prima ancora di diventare critico d’arte (e la sua passione nasce da quella muta nostalgia), poi li ha ricercati negli autori e, infine li ha trovati: allora il flusso incontinente di sogni ed emozioni  - simile al “flusso di coscienza “ bretoniano, surrealista - è scaturito senza interruzione, permettendogli di regalarci (ora e per la prima volta) il risultato di quelle visioni: e sono forme e colori che si susseguono, si scoprono e s’inseguono ininterrottamente, creando immagini e segni indefiniti ma sempre caldi e “umani”… La ricerca è terminata: quelle forme, quei colori, sono tornati a casa.  
Carlo Apostolo

Una luce riverberante si rapprende, si coagula nelle cose e persino i colori sembrano allora soltanto una variazione della luce che si sfrangia sugli alberi, sui monti e sulle vele che ci invitano ad abbandonare i nostri porti sicuri per addentrarci nella conoscenza del grande libro della natura.
Roberto Ripamonti 

Giulio ama colori forti stesi ed impressi con grande equilibrio, graffia dentro la carta o la tela la linea che divide e costruisce magicamente l’immagine in un divisionismo dalle forme richiamabili al futurismo e a Klee.
Giorgio Rava


Giulio Martinoli. Il colore ritrovato
Fondazione Achille Marazza
Borgomanero
Dal 21 aprile al 12 maggio
Inaugurazione sabato 21 aprile, ore 16
Orari: martedì, mercoledì, giovedì 14-19
          venerdì 9-12 e 14-19
           sabato 9-12 e 14-18
Ingresso libero

mercoledì 11 aprile 2012

NATI PER LEGGERE in Festival. Due sabati speciali: Matteo Gubellini, Sonia Maria Luce Possentini, Pina Tromellini

Due appuntamenti speciali
(in attesa del terzo...)

Sabato 14 aprile 2012

Ore 10.30 Lettura – laboratorio con Matteo Gubellini (http://www.matteogubellini.it/), scrittore ed illustratore (per i bambini da 3 a 6 anni)

Ore 14.30 Lettura – laboratorio con Matteo Gubellini, scrittore ed illustratore (per i bambini da 7 a 9 anni)
Numero massimo di partecipanti: 20 bambini il mattino, 25 il pomeriggio.
Iscrizione GRATUITA alla sezione Ragazzi

Per questo incontro ci sono ancora posti disponibili per il pomeriggio! Prenotate!

21 aprile 2012

Ore 10.30 Lettura – laboratorio con Pina Tromellini (http://pinatromelliniparole.blogspot.it/), scrittrice, e Sonia Possentini (http://soniamarialuce.blogspot.it/), illustratrice (per i bambini da 5 a 8 anni)
Numero massimo di partecipanti: 25 bambini. Iscrizione GRATUITA alla sezione Ragazzi. Affrettatevi a prenotare!

Matteo Gubellini

Sonia Possentini

giovedì 5 aprile 2012

Curiosità: un po' di statistiche del blog


A poco più di un anno dall'apertura del blog, eccovi qualche curiosità statistica.

I 5 post più visitati, con il numero di visite per ciascuno:
1. NPL. Emozioni, sentimenti, capricci... n. 161
2. Premio di Poesia e Traduzione poetica Achille Marazza n. 151
3. NPL alla biblioteca di Borgo Ticino n. 128
4. Una nuova forma per lo Stivale. Mostra di stampe del Fondo Marazza in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia n. 127
5. NPL in festival n. 126

La provenienza geografica del pubblico con il numero delle relative visualizzazioni:
Italia      4.948
USA        562
Germania  120
Francia       71
Fed. Russa  70
Giappone    35
Svizzera      32
Brasile        17
Singapore   17
Ucraina       13

martedì 3 aprile 2012

Una buona notizia: ci è stato comunicato l'importe dei contributi regionali alle biblioteche di ente locale per acquisto di materiale bibliografico (anno 2011)

Gentili colleghi,
                        una buona notizia: la Regione Piemonte ci ha comunicato oggi che è stato approvato il piano di contributi alle biblioteche di Ente Locale, in accoglimento delle istanze presentate per il 2011.
Il pagamento del contributo, in unica soluzione trattandosi di interventi già conclusi, è possibile sin d’ora tramite Finpiemonte spa (http://www.regione.piemonte.it/cultura/cms/finpiemonte.html ).
Nel nostro sistema del Medio Novarese sono stati ammessi ai contributi i Comuni di:

1.     Bogogno, euro 300//
2.     Borgo Ticino, euro 1.300//
3.     Briga Novarese, euro 700//
4.     Castelletto Ticino, euro 800//
5.     Comignago, euro 300//
6.     Cressa, euro 500//
7.     Fontaneto d’Agogna, euro 2.800//
8.     Gozzano, euro 800//
9.     Invorio, euro 1.000//
10. Lesa, euro 500//
11. Maggiora, euro 400//
12. Marano Ticino, euro 300//
13. Meina, euro 600//
14. Suno, euro 700//
15. Veruno, euro 400//

Sono stati esclusi dal contributo, perché la spesa comunale per acquisto libri era insufficiente in rapporto al numero degli abitanti i Comuni di Cureggio e Pisano.
Con i saluti più cordiali e sinceri auguri per le feste pasquali, Eleonora Bellini con le bibliotecarie di Borgomanero

Direzione
Fondazione Achille Marazza
Borgomanero NO