Cerca nel blog

venerdì 3 febbraio 2012

Fondazione Achille Marazza A lezione da Sergio Bonfantini

Sabato scorso, 28 gennaio è stata inaugurata la mostra  della IV D del Liceo Artistico “Felice Casorati” di Novara, nella sala delle colonne della  Fondazione Achille Marazza. Nonostante il tempo poco favorevole (aveva inizio una nevicata che solo oggi pare ci dia un po' di tregua) un nutrito gruppo di studenti era presente, insieme all'insegnante responsabile dell'attività didattica prepratoria alla mostra, Grazia Simeone, e ad altri docenti dello stesso liceo.La professoressa Simeone così ha illustrato il percorso che ha condotto all'esposizione intitolata A lezione da Sergio Bonfantini:
"Ogni studente della IVD, dopo aver scelto un dipinto di Sergio Bonfantini, ne ha analizzato a suo modo i contenuti tematici, stilistici, compositivi, elaborando una sua opera con l’intenzione di accostarsi a quella del maestro, per recuperare e interpretare valori e motivi ritenuti essenziali nel mondo contemporaneo.
Quando frequentavo l’Accademia di Belle Arti di Brera, avevo conosciuto Sergio Bonfantini nel suo studio, e rammento di essermi innamorata della sua poesia intimista e delle vibrazioni luminose della sua pittura.
In occasione della mostra Sergio Bonfantini 101, a lui dedicata nel mese di settembre a Borgomanero, ho avuto la possibilità di far conoscere ai miei studenti le opere di Bonfantini, il Pittore di Novara considerato uno dei maestri del Novecento italiano. Così è nata questa idea del laboratorio con i miei studenti. Ringrazio vivamente, oltre al gallerista Angelo Tappa e alla Fondazione Marazza che ci ospita, il prof. Massimo Bonfantini, che ha accolto con interesse il nostro progetto, e che lo ha aiutato con una sua preziosa conferenza nella mia classe, dedicata all’illustrazione e all’analisi di alcune opere fondamentali di suo zio. Per tutti i ragazzi questa è un'occasione importante perché non capita spesso di poter esporre i propri lavori in una sede storica e prestigiosa come la Fondazione Marazza".
Massimo A. Bonfantini, presidente della Fondazione omonima, ha aggiunto: "Ho osservato con attenzione i quadri esposti e sono stato favorevolmente impressionato. Tutti ragazzi hanno colto il significato che mio zio attribuiva alle sue opere e in alcuni casi l'interpretazione è stata brillante".


E' seguita quindi la premiazione delle opere ritenute più interessanti dalla commissione di esperti (Massimo A. Bonfantini, Amgelo Tappa, Eleonora Bellini) costituita ad hoc. Gli studenti premiati sono stati: Michela Trinci con il terzo premio; Riccardo Abbrescia e Federica Palutucci con il secondo premio a pari merito; Xhovana Gegaj con il primo premio. Gli altri alunni che hanno dipinto opere meritevoli di essere esposte e che si potranno ancora visitare per alcuni giorni sono: Fabio Bellini, Francesca Boca, Annalisa Butera, Elizabeth Cabrera, Francesca Carfora, Manuela Catelli, Cristina Di Bella, Ramona Fraviga, Raffaele Fulgaro, Camilla Petrillo. Alla prossima!

1 commento:

  1. Io ho conosciuto, alcuni anni fa, il pittore SERGIO BONFANTINI quando teneva lo studio a Novara in via Andrea Costa. Era uno dei migliori "allievi" di Casorati, grande pittore nato a Novara, ma cresciuto artisticamente a Torino. Quella della famiglia Bonfantini è una grande storia italiana del 900.
    Gianfranco Capra

    RispondiElimina