Cerca nel blog

venerdì 27 gennaio 2012

27 gennaio, giorno della memoria: che cosa sfogliare con i più piccoli

Innanzitutto OTTO di Tomi Ungerer (Mondadori). E' la storia di un orsacchiotto, di due bimbi tedeschi e dei loro giochi, felici fino a quando uno dei due amici deve cucirsi sul giubbino una stella gialla...
Poi La portinaia Apollonia di Lia Levi (Orecchio Acerbo). David è un bambino che abita a Roma, nel 1943. La città è occupata, mamma lavora in casa e il babbo non c'è. E' Daniel che si occupa di fare la fila per la spesa e ogni volta che esce di casa, o rientra, la portinaia è là, con i suoi spessi occhiali...
Il bambino stella di Hausfater/ Douieb/ Latyk (Pisani). Il bimbo, che ama le stelle in cielo, è affascinato dalla stella gialla che gli è stata appuntata sul petto. Ma poi arrivano i cacciatori di stelle e il buio si estende...
Questi sono solo alcuni degli albi illustrati che potete sfogliare con i bimbi per affronatre il tema della discriminazione razziale e dell'olocausto. Senza fare discorsoni o paternali: i bambini capiscono molte cose da soli. L'importante, però, visto che si parla di eventi violenti e dolorosi NON IMMAGINARI, è sfogliare i libri insieme a loro, non lasciarli soli ad affrontare questi temi. E' pur vero che i libri di paura piacciono ai bimbi, ma si tratta di paure immaginarie (l'orco, la strega, il mostro) che smuovono l'inconscio e lo "scaricano". Con i fatti storici è diverso, perché sono reali e richiedono un approccio di verità. E anche di impegno.

E per i fratelli e le sorelle più grandi ci sono...
 

Storia di Erika di Roberto Innocenti (La Margherita). Erika è una bimba che la mamma lancia fuori dal treno sul quale viaggiano i deportati destinati al campo di concentramento. La bimba si salva, ma molte sono le domande che la assillano: qual è il suo vero nome? Chi sono i suoi genitori?

Stelle di cannella di Helga Schneider (Salani). David è figlio di un giornalista ebreo e il suo amico del cuore, Fritz è  figlio di un poliziotto; la sorellastra di David è fidanzata con il figlio di un noto architetto e perfino i gatti di Fritz e David sono inseparabili. Questo finché in Germania non entrano in vigore le leggi razziali... 



La portinaia Apollonia
Il bambino stella
 

Nessun commento:

Posta un commento