Cerca nel blog

giovedì 22 dicembre 2011

Per una biblioteca indispensabile

Per una biblioteca indispensabile è uno dei libri che abbiamo donato alle biblioteche del Sistema. E' un libro importante, a nostro avviso, al quale prestare attenzione e su cui eventualmente discutere. Il sottotitolo chiarisce che si tratta di una biblioteca di cinquantadue (come le settimane dell'anno) classici della letteratura italiana, elencati in ordine alfabetico di titolo: si comincia con L'Adone del Marino e si termina con Lo Zibaldone del Leopardi, passando per due canzonieri, quello di Petrarca e quello di Saba, una Locandiera, Una questione privata, Sei personaggi in cerca d'autore. Ci sono verifiche da fare, per i bibliotecari, così come per i lettori: abbiamo in biblioteca i libri di cui si parla nel saggio? Se sì, li riteniamo davvero indispensabili? Se no, perché non li abbiamo acquistati? Mancanza di fondi? Oblio? E quali altre opere degli autori che Gardini prende in considerazione ci sono nella nostra biblioteca? Abbiamo lettori che li prendono in prestito? E noi stessi li abbiamo letti qualche volta nella vita?
Un dibattito interessante per tutti, ma per i bibliotecari specialmente. Chi vuole cominciare?

"Il saggio è indispensabile [...] per chi ancora crede che nei libri ci siano risposte utili ai nostri problemi, nel dialogo senza tempo con i classici che Giuseppe Pontiggia definì magistralmente i “contemporanei del futuro”, dalla recensione su "La repubblica delle lettere"

mercoledì 21 dicembre 2011

POST NUMERO 100! Lettera dei bibliotecari alla Regione

I bibliotecari presenti alla riunione di oggi pomeriggio, dopo avere discusso la situazione del nostro Sistema e delle biblioteche che ne fanno parte, hanno sottoscritto la lettera che segue. L'intento è quello di non permettere che si offuschi la percezione dell'utilità delle biblioteche di ente locale per la crescita culturale del territorio. Chi non fosse stato presente alla riunione, ma condividesse testo e spirito della missiva, potrà farla propria e spedirla autonomamente.

Alla Regione Piemonte
Direzione Beni Culturali
Via Bertola 36
10123 Torino

I bibliotecari ed i responsabili delle biblioteche civiche del Sistema Bibliotecario del Medio Novarese, facendo proprio quanto affermato in un recente appello dell’Associazione Italiana Biblioteche, e cioè che

le biblioteche sono un servizio essenziale per la vita culturale, sociale e civile del Paese e rappresentano un presidio di democrazia fondato sulla libertà di espressione e sul confronto delle idee. Le biblioteche costituiscono un'infrastruttura della conoscenza che raccoglie, organizza e rende disponibili i prodotti della creatività e dell'ingegno, fornisce accesso a una pluralità di saperi e di informazioni, agevola l'attività dei ricercatori e degli studiosi, tutela la memoria culturale della nazione, offre a tutti i cittadini occasioni di crescita personale e culturale, favorisce l'acquisizione di competenze che possono essere spese nella vita sociale e lavorativa.[...] Un paese senza biblioteche efficienti è un paese senza memoria e senza futuro. Per ogni biblioteca che chiude, si restringono gli spazi di democrazia e di libertà.

chiedono
che il sostegno economico ai Sistemi Bibliotecari ed alle biblioteche pubbliche del Piemonte venga posto tra gli impegni prioritari della politica culturale regionale, così come indicato dalla L. R. 78/1978. La mancata erogazione di finanziamenti ai Sistemi nell’anno 2011 e l’incertezza sul rinnovo delle Convenzioni nel 2012 pongono in seria difficoltà la qualità e l’esistenza stessa dei servizi bibliotecari capillarmente diffusi sul territorio, anche nelle realtà più periferiche e culturalmente isolate.
Borgomanero, 21 dicembre 2011

sabato 17 dicembre 2011

Riunione dei bibliotecari del Sistema

Mercoledì 21 dicembre alle ore 15.30 alla Fondazione Marazza di Borgomanero. Si chiede cortesemente di fare il possibile per essere presenti o, almeno, di delegare un rappresentante della biblioteca. Grazie!

giovedì 15 dicembre 2011

Ancora Nati Per Leggere: uno spazio libero per IL SABATO DEI PAPA'

Gli ABBRACCI DI LIBRI
nella CASA della FANTASIA

letture ad alta voce inserite nel
Progetto Nati Per Leggere Piemonte
termineranno sabato
17 dicembre 2011
e riprenderanno
dal 28 gennaio 2012
ogni sabato mattina alle ore 10.30

Intanto già il 17 dicembre partirà il
SABATO DEI PAPA’
vagoncini carichi di meravigliosi libri illustrati
saranno a disposizione nella Casa della Fantasia
per le libere letture personali di bimbi e babbi
durante tutta la giornata del sabato

Il progetto Nati Per Leggere Piemonte è reso possibile nel nostro Sistema
grazie al sostegno di Regione Piemonte e Compagnia di san Paolo

venerdì 9 dicembre 2011

Continua fino al 23 dicembre la mostra di Sonia Maria Luce Possentini


Continua fino al 23 dicembre, nell'orario della biblioteca, la mostra di disegni originali e libri di Sonia Possentini, con ingresso libero, come sempre. Invitiamo i bibliotecari e in particolare coloro che nelle biblioteche si occupano di albi illustrati e di Nati Per Leggere a visitare l'esposizione: ne usciranno felici!

Sonia M.L. Possentini, vive e lavora a Canossa di Reggio Emilia. Laureata in Storia dell'Arte e diplomata all'accademia di belle arti di Bologna, ha frequentato la scuola di illustrazione di Sarmede con Stepan Zavrel e il corso di illustrazione di Kveta Pakovskà. Ha pubblicato con molti editori, tra i più noti: FALZEA, CAMPANOTTO, LA MARGHERITA, COSPE-BABEL - LETTERATURA MIGRANTE,  EMERGENCY, EDIZIONI CORSARE, LINEADARIA, KITE, DE AGOSTINI, GRIMM PRESS-TAIWAN. Lo scorso anno ha presentato presso di noi, insieme ad Alfredo Stoppa, il libro Sembriamo un corvo, nell'ambito del corso di aggiornamento autunnale.

giovedì 1 dicembre 2011

Alla Fondazione Marazza sabato 3 dicembre 2011 tre incontri per ogni età

Si comincia con i
Nati Per Leggere, pronti alle ore 10.30 di ogni sabato mattina per le letture nella Casa della Fantasia. Ma questo sabato 3 dicembre i bambini incontreranno due ospiti d'eccezione, Andrea Longhi e Anna Mazzola che terranno una lettura teatrale seguita da laboratorio, liberamente ispirata a Gianni Rodari: 
A SBAGLIARE LE STORIE SI VEDONO LE STELLE.

Si prosegue con la presentazione di un interessante romanzo storico
LA FUCINA DEL DIAVOLO
di Ennio Valtergano
Bastogi Edizioni
alle ore 16 in Fonoteca
nell'ambito della rassegna
Gli ospiti del sabato



Alle 17 si inaugura, infine,
la mostra di disegni originale e di libri
di
SONIA POSSENTINI
pittrice e illustratrice

La mostra resterà aperta fino al 23 dicembre

Ingresso Libero a tutti gli eventi

Altre informazioni su: http://www.fondazionemarazza.it/web/ 

sabato 26 novembre 2011

giovedì 24 novembre 2011

Biblioteca di Gozzano: presentazione della rivista ANTIQVARIVM

Sabato 3 dicembre 2011
ore 15.00
alla Biblioteca Civica "Mazzetti"
presentazione della rivista
ANTIQVARIVM
con Carlo Manni, Ivana Teruggi

Seguirà la visita delle sale restaurate
di
Palazzo Ferrari Ardicini

mercoledì 23 novembre 2011

Incontri alle Biblioteche di Cavaglio e di Lesa


LESA

LA BIBLIOTECA COMUNALE “G. CARCANO”
V E N E R D Ì
2 5  N O V E M B R E  2 0 1 1
a l l e  O R E  2 1
INVITA A
CAMMINAITALIA
6 . 0 0 0 KM A P I E D I
D A L L A S A R D EGN A T R I E S T E
presenta Teresio Valsesia
Quasi nove mesi di camminata lungo un sentiero che unisce tutta
l'Italia: ecco l'impresa compiuta nel 1995, come anticipo dei 150 anni
dell'Unità della nostra nazione. Teresio Valsesia, ideatore e
responsabile del Camminaitalia, presenterà un filmato di Renato
Andorno. Non è soltanto un elogio all'escursionismo, ma anche la scoperta
dell'Italia nascosta che si può scoprire solo camminando e osservando
attentamente il territorio per coglierne la ricchezza e le diversità.


CAVAGLIO D’AGOGNA

Il consiglio di biblioteca organizza per

Sabato 26 novembre
alle ore 14.30

“Favole a merenda”
Laboratorio di lettura per i bambini delle scuole
elementari in compagnia di “Maurizio Spiripizio ”

alle ore 16.30

“Un tè in Biblioteca”
Invito per tutte le età
in occasione della riapertura del prestito dei Libri

sabato 19 novembre 2011

Libri catalogati per le biblioteche del Sistema dal 9 gennaio al 18 novembre 2011

La migrazione dei dati catalografici on line da SBN Adabas a SBN Web ci obbliga a sospendere la catalogazione centralizzata dei libri per poco più di un mese; ci permette, però, di darvi in anteprima il numero dei libri inseriti in Librinlinea, biblioteca per biblioteca, che trovate qui di seguito:   
  1. Bogogno------------------------------
  2. Bolzano Novarese-------------------
  3. Borgo Ticino: libri inseriti  335, di cui per adulti 233, per ragazzi 94, di interesse locale 8
  4. Briga Novarese: libri inseriti  209, di cui per adulti 183, per ragazzi 22, di interesse locale 4
  5. Castelletto Ticino-------------------
  6. Cavaglietto----------------------------
  7. Cavaglio d’Agogna------------------
  8. Cavallirio: libri inseriti  259, di cui per adulti 95, per ragazzi 163, di interesse locale 1   
  9. Comignago: libri inseriti  261, di cui per adulti 173, per ragazzi 83, di interesse locale 5
  10. Cressa--------------------------------
  11. Cureggio-----------------------------
  12. Divignano: libri inseriti  125, di cui per adulti 58, per ragazzi 56, di interesse locale 11
  13. Dormelletto-------------------------
  14. Fontaneto d’Agogna-----------------------
  15. Gargallo: libri inseriti  181, di cui per adulti 117, per ragazzi 59, di interesse locale 5  
  16. Gattico------------------------------------
  17. Gozzano-----------------------------------
  18. Invorio: libri inseriti  210, di cui per adulti 114, per ragazzi 79, di interesse locale 17  
  19. Lesa: libri inseriti  283, di cui per adulti 190, per ragazzi 33, di interesse locale 60  
  20. Maggiora: libri inseriti  193, di cui per adulti 149, per ragazzi 34, di interesse locale 10  
  21. Marano Ticino: libri inseriti  194, di cui per adulti 94, per ragazzi 98, di interesse locale 2  
  22. Massino Visconti: libri inseriti  282, di cui per adulti 258, per ragazzi 23, di interesse locale 1
  23. Meina: libri inseriti  290, di cui per adulti 204, per ragazzi 57, di interesse locale 29  
  24. Mezzomerico--------------------------------
  25. Momo: libri inseriti  39, di cui per adulti 39  
  26. Nebbiuno ------------------------------------
  27. Oleggio Castello-----------------------------
  28. Pisano: libri inseriti  353, di cui per adulti 258, per ragazzi 76, di interesse locale 19  
  29. Pogno-------------------------------------------
  30. Pombia: libri inseriti  91, di cui per adulti 64, per ragazzi 12, di interesse locale 15  
  31. Suno: libri inseriti  400, di cui per adulti 76, per ragazzi 320, di interesse locale 4  
  32. Vaprio d’Agogna-----------------------------
  33. Varallo Pombia-------------------------------
  34. Veruno-----------------------------------------
 TOTALE DEI LIBRI CATALOGATI PER LE BIBLIOTECHE  3.705

Legenda
Biblioteche che catalogano in SBN presso il Centro Rete, dotate di codice proprio, e il cui  catalogo è consultabile on-line: http://sbnweb.csi.it:8092/semplice.html (ricercare la biblioteca di interesse cliccando su "singole biblioteche", selezionare la biboteca prescelta)

Biblioteche dotate di codice ma che non catalogano on-line o che hanno inserito in passato solo una piccola parte del proprio patrimonio librario in SBN

Biblioteche che non hanno mai usufruito del servizio di catalogazione in SBN proposto dal Centro Rete del Sistema.

mercoledì 16 novembre 2011

Sospensione delle operazioni di catalogazione tra fine novembre e fine dicembre 2011

A partire dal 2012 il Polo TO0 della Regione Piemonte sarà operativo sul nuovo ambiente applicativo SBNWEB (che sostituirà l'attuale SBN ADABAS) e il nuovo OPAC di Polo, conformemente ai nuovi modelli di catalogazione avviati dal progetto Indice 2  dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche italiane (ICCU).
Le operazioni di migrazione si svolgeranno secondo il calendario e le modalità dettagliate in un documento elaborato dal CSI Piemonte e già inviato via mail a tutte le biblioteche del nostro Sistema.
Per consentire lo svolgimento della migrazione dei dati suddetta, anche presso il nostro Centro Rete tutte le operazioni di catalogazione saranno sospese dal  21 novembre al 22 dicembre 2011 . Siamo a disposizione per eventuali ulteriori informazioni.

sabato 12 novembre 2011

Cantastorie di Emanuele Luzzati

Prosegue fino al 26 novembre alla Fondazione Marazza e alla Galleria BorgoArte la Mostra CANTASTORIE, incisioni, manifesti e disegni di Emanuele Luzzati. La mostra è a ingresso gratuito e speriamo che molti dei nostri lettori, ed in particolare modo i bibliotecari, non vogliano perdere l'occasione di visitarla. L'esposizione è stata già illustrata sulla stampa locale e nazionale.
A titolo di esempio vi diamo, tra i molti,  il link al Corriere della SeraViaggi: http://viaggi.corriere.it/viaggi/eventi/2011/luzzati/luzzati-borgomanero.shtml.
Per coloro che intendono accostarsi anche a libri di/ o illustrati da Luzzati, ricordiamo che su Librinlinea è possibile trovare quali sono le opere disponibili presso di noi (Fondazione Achille Marazza e Centro Rete Sistema Bibliotecario di Borgomanero): http://sbnweb.csi.it:8092/semplice.html

Dopo la visita i commenti saranno graditi!
Orario di apertura: martedì, mercoledì, giovedì 14 - 19; venerdì 9 - 12 e 14 - 19; sabato 9 - 12 e 14 - 18. Fondazione Achille Marazza, Viale Marazza 5, 28021 Borgomanero NO

sabato 29 ottobre 2011

Pulcinella e il Mediterraneo: animazioni ed incontri per conoscere i popoli che vivono sulle rive del "Mare nostrum"

Dalla scenografia realizzata da Emanuele Luzzati
 SABATO 5 NOVEMBRE 2011

IN OCCASIONE DELL’INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA
 CANTASTORIE” di EMANUELE LUZZATI
     
              Laboratorio Didattico per bambini da 8 a 11anni
                     Pulcinella e il Mediterraneo       
           dalle ore 10:30 alle ore 12:00
      e dalle ore15:00 alle ore 16:30
        a cura della Cooperativa Vaina 

Alle ore 16:30
Piacere del Palato e Decorazione del Corpo per un incontro tra Culture con:                                                                                    Degustazione di prodotti tipici locali e della cucina Araba
 Decorazione con l’Hennè
 a cura delle Mamme della Scuola Araba 
                                                            e della Sezione Soci Coop di Borgomanero

La partecipazione ad entrambe le attività è GRATUITA
PRESSO -  Fondazione Achille Marazza, Biblioteca e Casa di Cultura Onlus
Viale Marazza, 5 - 28021 Borgomanero (NO)

sabato 22 ottobre 2011

La notte delle biblioteche. Appello dell'AIB


L'Associazione Italiana Biblioteche ha lanciato un appello che riguarda tutti, non solo i bibliotecari: Vi chiediamo di diffonderlo e di sottoscriverlo.
"Le biblioteche sono un servizio essenziale per la vita culturale, sociale e civile del Paese e rappresentano un presidio di democrazia fondato sulla libertà di espressione e sul confronto delle idee.
Le biblioteche costituiscono un'infrastruttura della conoscenza che raccoglie, organizza e rende disponibili i prodotti della creatività e dell'ingegno, fornisce accesso a una pluralità di saperi e di informazioni, agevola l'attività dei ricercatori e degli studiosi, tutela la memoria culturale della nazione, offre a tutti i cittadini occasioni di crescita personale e culturale, favorisce l'acquisizione di competenze che possono essere spese nella vita sociale e lavorativa.
In Germania i frequentatori delle biblioteche superano gli spettatori delle partite del campionato di calcio; negli Stati Uniti l'investimento sulle biblioteche è parte integrante degli interventi governativi per contrastare la crisi economica; in Francia, Gran Bretagna e Spagna le biblioteche nazionali ottengono finanziamenti e dispongono di personale, attrezzature, risorse adeguate a un paese ad economia avanzata.
Mentre in queste nazioni le biblioteche sono considerate servizi indispensabili, da tutelare in quanto bene comune, da promuovere perché grazie ed esse è possibile costruire una coscienza civica fondata sulla centralità della cultura e dell'istruzione, in Italia, per colpa della crisi economica e di una politica culturale miope, le biblioteche sono allo stremo e hanno bisogno del supporto di tutti coloro che hanno a cuore le sorti della cultura.
Moltissime biblioteche (statali, di ente locale, universitarie, di istituti culturali) hanno subito pesanti tagli ai bilanci e al personale, blocchi all'aggiornamento delle raccolte e riduzioni all'orario di apertura, e ciò rende spesso impossibile l'esercizio delle funzioni più elementari, pregiudicando il diritto dei cittadini alla cultura, all'istruzione, alla conoscenza, alla condivisione dei valori su cui si è costruita la nostra storia.
Un paese senza biblioteche efficienti è un paese senza memoria e senza futuro. Per ogni biblioteca che chiude, si restringono gli spazi di democrazia e di libertà. Uno Stato che ha paura di discutere i problemi delle biblioteche e della cultura, riducendo la richiesta di dare vita a un dibattito pubblico sul loro ruolo e sulla loro crisi a un problema di ordine pubblico – come è avvenuto martedì 11 ottobre davanti alla Biblioteca nazionale centrale di Roma, dove cittadini che volevano difendere le biblioteche e valorizzarne la funzione hanno trovato i cancelli sbarrati e sono stati accolti da poliziotti in tenuta antisommossa – è uno Stato che tradisce l'interesse pubblico, che nega a chi ha a cuore le sorti delle biblioteche persino la possibilità di parlarne.
Per queste ragioni l'Associazione Italiana Biblioteche, il Forum del Libro, l'Associazione Bianchi Bandinelli, Generazione TQ e i Presìdi del libro, con il sostegno di IFLA - International Federation of Library Associations and Institutions, ed EBLIDA - European Bureau of Library, Information and Documentation Associations, promuovono un appello a tutta la società italiana, per chiedere un'inversione di rotta che porti maggiore attenzione e maggiori risorse per le biblioteche italiane, prima che sia troppo tardi.
Roma, 22 ottobre 2011"

Sul sito dell'AIB i primi firmatari e il modulo per sottoscrivere: http://www.aib.it/aib/cen/iniz/in1110.htm

venerdì 21 ottobre 2011

Corso di aggiornamento 2011 con la scrittrice Maria Adele Garavaglia: "Diventare nonna"


La relatrice dell'incontro, inserito come i precedenti nel progetto NPL, ha messo a disposizione di chi lo desideri la propria relazione. Qui ne trascriviamo solo l'inizio.
"Questo piccolo libro è nato dal desiderio di fissare sulla carta i momenti emotivamente più intensi che hanno preceduto, accompagnato e seguito la venuta al mondo della mia prima nipotina.
La nascita di un nipote, fatto antico come l’umanità, di per sé è un evento normale e molto frequente, ma per il singolo soggetto è qualcosa di unico, straordinario e irripetibile. E in quest’ottica l’ho vissuto io. Ma il libro è nato non tanto da un’esigenza autoreferenziale, quanto dal fatto che mi sembrava sinceramente un peccato che Diana non potesse ricordare, e quindi conoscere, i suoi primi mesi di vita, condividendoli, quindi, con me e con gli altri suoi familiari, una volta cresciuta.: da qui la mia sollecitudine ad annotarmi fatti ed emozioni per tradurli in narrazione, non appena mi fossi sentita pronta.
E’ pur vero, infatti, che la scrittura salva molti eventi, destinati all’oblio: le fotografie e i video, infatti, non riescono a fissare le emozioni altrettanto bene. Quando il quaderno che tengo sempre in borsetta per annotarmi idee e immagini è divenuto una sorta di brogliaccio, pieno di frasi e descrizioni caotiche per tutti, ma ben chiare per me, che chiedeva a gran voce di essere  riordinato, composto ed editato, ecco nascere il libro.
Durante la stesura, però, mi sono accorta che, oltre a una scrittura “letterale”, ossia sostanzialmente fedele della vicenda della crescita di un bebè, emergeva la volontà di segnalare un percorso di riflessione che coinvolgesse l’analisi dei rapporti tra generazioni e dell’attuale condizione delle giovani donne. Era la mia stessa esperienza di madre di una neomamma che me lo imponeva.
Mi sono trovata, infatti, a cambiare molti atteggiamenti che mi erano consueti, nel rapporto con mia figlia, perché io ho cambiato di posto nella scala dei suoi affetti e quindi tra di noi si è instaurato un rapporto, da un lato paritario, da madre a madre, dall’altro di subordinazione, poiché, nella ”gestione” della bambina, stava lei al primo posto e io non potevo che agire “ a rimorchio”. Mi spiego meglio: se prima mi veniva spontaneo formulare giudizi e offrire consigli, successivamente ho avuto la netta consapevolezza che la mia esperienza di vita si fermasse davanti al suo istinto materno e, quindi, ho imparato una rara virtù che poco conoscevo: tacere ed esprimere il mio parere soltanto se espressamente richiesto, evitando ingerenze.
D’altra parte mi sono domandata quale dovesse essere il mio apporto a questa esperienza di allevare un bebè e mi sono resa conto che doveva indirizzarsi ai buoni consigli, appena accennati, sulla vicenda fisiologica e psicologica di mia figlia, piuttosto che della bimba. Anche qui mi spiego meglio. Ogni donna si sente sperduta con un bambino piccolo tra le braccia: cambieranno i tempi ma molte reazioni emotive restano inalterate, e questo dimostra che l’homo sapiens sapiens non si è ancora evoluto granché. I pianti a stento repressi, il magone, le paure di fronte a strilla apparentemente immotivate della piccola, la stanchezza, la voglia di sparire dalla faccia della terra che avevano caratterizzato la mia maternità, li ho ritrovati pari pari nel puerperio di mia figlia. Allora ho capito quanto la mia esperienza potesse giovare a sdrammatizzare e aiutare a restituire a mia figlia equilibrio e fiducia in se stessa.
Dunque gli anziani a questo servono: a rassicurare. Tale operazione a me ha giovato molto. Le parole serene che rivolgevo a mia figlia influenzavano anche me, mi ricaricavano e le attenzioni alla piccola mi consentivano di vivere una terza infanzia, riscoprendo canzoncine, fiabe, filastrocche e tanti personaggi cari ai bambini che avevo dimenticato oppure ancora non conoscevo: un corso di aggiornamento sul campo, insomma!"

giovedì 20 ottobre 2011

Il libro del Premio "La casa della fantasia" 2011


Vedete qui la copertina del libro del Premio "La Casa della Fantasia" 2011 (pag. 56, illustrazioni in bianco e nero e a colori). Il libro esce nel 150° dell'Unità d'Italia e nel 40° dell'apertura della biblioteca della Fondazione Marazza di Borgomanero. Si tratta di un'edizione fuori commercio a tiratura limitata, che viene distribuita in omaggio o in cambio a biblioteche, scuole e ad altri Enti che ne facciano richiesta. Contiene le filastrocche e le illustrazioni premiate: La storia più bella del mondo di Mario Pennacchio, Tre colori per una tovaglia di Marialuisa Sabato, Centocinquanta, l'Italia intera canta di Giovanna Goffredo. Le illustrazioni sono di Serena Marangon, Manuela Cambio, Paolo Avigo. Proprio quest'ultimo ha messo in lettura l'intero libro (un congruo numero di copie è stato donato a ciascun vincitore) al link che vedete qui sotto:

                                         http://issuu.com/pavigo/docs/casadellafantasia2011

NB: ogni riproduzione di parti del testo e/o delle illustrazioni deve essere comunicata agli autori, che ne detengono i diritti, e da loro autorizzata.
Buona lettura!

martedì 18 ottobre 2011

NATI PER LEGGERE: EMOZIONI, SENTIMENTI, CAPRICCI, PAURE...

Talvolta chi partecipa al progetto Nati Per Leggere chiede di inserire nei vagoncini anche libri “a tema”: la paura, i capricci, gli affetti eccetera. Segnaliamo perciò, tra i nuovi acquisti del Centro Rete destinati a circolare tra le biblioteche, le materne, i nidi, alcuni nuovi libri di questo tipo. Altri se ne trovano, poi, anche nel fondo pregresso: non avete che da chiederli alle bibliotecarie!  

Gli esseri umani, adulti e bambini, possono essere curiosi, nervosi, coraggiosi, innamorati, invidiosi. C’è un bell’albo in cui questi stati d’animo e molti altri sono raccontati attraverso le espressioni di grandi pesci colorati. Il testo è minimo: si limita all’aggettivo necessario per descrivere che cosa sta provando ciascun pesciolino. Per questo il libro si presta a laboratori nei quali si può invitare i bambini a: riconoscere le diverse espressioni, raccontare se anche loro provano o hanno provato le emozioni rappresentate nei disegni, esprimere le emozioni attraverso la mimica facciale, riconoscerle sulla faccia degli altri, disegnarle usando i colori che meglio le descrivono (nell’invidioso del libro, ad esempio, c’è molto viola) e tanto altro. Il libro è EMOZIONI di Mies Van Hout (Edizioni Lemniscaat 2011).

Soffermiamoci ancora sui libri muti di parole ma loquacissimi di immagini ed ecco qui C’E’ POSTO PER TUTTI di Massimo Caccia (Topipittori 2011); dal lombrico sottoterra al tucano sopra un ramo - che è quello dell’albero “classico di Massimo Caccia - le più diverse creature animali si dirigono tutte verso un unico luogo. Quale? Lo si scopre nell’ultima tavola quando ci si accorge che quelle le nuove, moderne, essenziali figure raccontano una storia molto ma molto antica. 
Anche L’OMBRELLO ROSSO (di Ingrid e Dieter Schubert, Edizioni Lemniscaat 2011), che s’innalza nel cielo piegato da un colpo di vento, racconta una storia ricca di immagini avventurose che guidano in un viaggio attraverso terre lontane e diversissime le une dalle altre.
Questi libri di sole illustrazioni sono molto adatti a sviluppare la capacità di osservare e raccontare: i bambini notano facilmente i particolari, colgono le sfumature, spesso possiedono già le parole per raccontare, altre volte devono impararle dall’adulto.

“Che cos’è l’amore? E che forma ha? E che colore ha?” chiede ai familiari la piccola Emma. Ciascuno le risponde in modo diverso e la bambina è un po’ confusa, finché capisce che l’amore è... (CHE COS’E’ L’AMORE?, di Davide Cali e Anna Laura Cantone, Edizioni ARKA 2011).

Per raccontare una storia di separazione c’è SEMPRE INSIEME di Laura Brugnoli e Cristina Amodeo (Kite Edizioni 2011). Con frasi essenziali, estremamente sobrie, ed immagini eloquenti il libro racconta il dolore di una separazione, qualsiasi essa sia, ed offre una chiave di consolazione.

IN FAMIGLIA di Sandro Natalini (Fatatrac 2011) racconta quante e quanto diverse possono essere le famiglie umane ed animali, a partire da quella raffigurata nel frontespizio che rappresenta due gemelli tra le zampe di una lupa. Chi sono?

IL BACIO PIU’ GRANDE (di Joanna Walsh e Judi Abbot , Nord Sud Edizioni 2011) per bambini da coccolare racconta in rima tanti tipi di baci.

CHE RABBIA! (Mireille d’Allancé, Babalibri 2010). Roberto è molto arrabbiato, e forse non ha nemmeno tutti i torti. Però il babbo lo punisce e, allora, come fare a domare la rabbia?

Dire bugie non è mai consigliabile. Lo racconta ampiamente e lo dimostra senza possibilità di equivoco UNA BUGIA PER OGNI OCCASIONE (di Nele Moost e Annet Rudolph, IdeAli Edizioni 2011), perché, cosa gravissima, una bugia tira l’altra e, quando si comincia, è molto difficile smettere. Per fortuna qualche volta c’è una zia capace di perdonare e di rimettere le cose a posto...

CORNELIO (Leo Lionni, Babalibri 2010) è un giovanissimo coccodrillo, molto originale e diverso dagli altri. Proprio per questo abbandona i compagni in riva al fiume e si addentra nella foresta. Lì incontra una scimmia che gli insegna tutti i trucchi e le abilità delle scimmie, finché un bel giorno Cornelio è pronto a ritornare alla riva natia. Come lo accoglieranno gli amici rimasti a vivere sempre sullo stesso fiume?

IL BAMBINO COLABRODO (Arianna Giorgia Bonazzi e Alfonsina Ciculi, Rizzoli Editore 2011) è pieno di buchi e mai capita che qualcuno gli dica “Spostati che sei bello, ma non trasparente!”. Il bambino colabrodo, che potrebbe essere chiamato anche bambino colino o bambino gruviera, non si emoziona mai; ma i suoi genitori nemmeno se ne accorgono, perché sono poco attenti a lui così che tutto (emozioni, sentimenti, affetti) passa e svanisce attraverso i buchi invisibili della sua pelle che è molto chiara, quasi trasparente. Un giorno, però la maestra racconta una storia che...

Anche Alfredo Stoppa e Sonia M. L. Possentini ci raccontano di un bambino un poco diverso dai suoi compagni: è “A. un bambino che non sa fare niente”. Ma è davvero così? Forse non del tutto, perché A. sa molte cose “da bambino”, è capace di stupirsi e di immaginare. E’ anche capace di distinguere e deplorare quelli che hanno la puzza sotto il naso. Dite poco? (UN BAMBINO, Kite Edizioni 2011).

Le paure sono tante, si sa. E abitano in uguale misura nel cuore di adulti e bambini. Perciò una sera, in casa da soli, mamma e figlio sentono strani rumori. Chi sarà? Bisogna andare a vedere, cercare aiuto, difendersi. Racconta un’esperienza di questo tipo SENTI ANCHE TU?  di Tama Janowitz e Tracy Dockray, PescaMela Edizioni 2002.
Certi piccoli hanno paura del dottore, come Marco, il coniglietto che ha un nome da umano. Mamma Coniglio consulta il dottore, anzi ne consulta più di uno, fino all’ultimo, da cui si reca quando ormai è calata la sera e le ombre del bosco fanno tanta paura: è Dottor Lupo, l’ultimo dottore... (DOTTOR LUPO, di Olga Lecaye, Babalibri 2010).
Anche dormire da soli nel proprio letto può essere difficile, se si è piccini, e troppa ampiezza e troppo vuoto possono fare paura. Così è per Lili, la piccolissima protagonista di LILI NEL LETTONE (di Sylvie Poillevé e Charlotte Gastaut, Gallucci Editore 2011). Lili riempie il letto troppo grande con tutti i suoi amici del giorno.
E infine, l’amore per la lettura, come complemento e specchio di altri amori. Ne parlano: un quasi prezioso libro pop-up, L’INCREDIBILE BIMBO MANGIALIBRI (di Oliver Jeffers, ZooLibri 2011), ed è un esempio da NON seguire, quello di Enrico, il protagonista mangiatore di libri, che, per sua fortuna, verrà salvato da un lieto fine; e IL LIBRO CHE VORREI (di Linda Griva e Agnese Baruzzi, la margherita edizioni 2011). Quest’ultimo termina così: “ma più di ogni altra cosa il libro che vorrei è la luce accesa prima di dormire, la mamma che comincia a leggere...” Che cosa chiedere di più ad un progetto NPL?


Il progetto Nati Per Leggere del nostro Sistema Bibliotecario si realizza grazie al sostegno di
Regione Piemonte e Compagnia di San Paolo

giovedì 13 ottobre 2011

Biblioteca di Gozzano: settimana del libro

Prosegue alla biblioteca di Gozzano la settimana del libro, iniziata lunedì 10. Dopo gli incontri con il padre guanelliano Marco Grega, la lettura di fiabe di Maria Grazia Moro, lo spettacolo "Viva Garibbardi" e la presentazione del libro Monterosa blues di Lorenzo Arco, da stasera fino a sabato sono in programma:
- l'incontro con l'alpinista Fabrizio Manoni che racconterà la propria esperienza attraverso proiezioni di filmati e immagini, stasera 13 ottobre
- la presentazione del  Dizionario Corografico del Novarese, domani 14 ottobre
- l'incontro "Esplorare e narrare luoghi e culture" con Mario Maffi, sabato 15 alla mattina alle 10.30
- la presentazione del libro di Marco Polillo Il pontile sul lago, sabato 15 alle 15.30 del pomeriggio.
Qui potete trovare il dépliant con il dettaglio delle notizie:
http://www.ortablog.com/2011/10/settimana-del-libro-gozzano.html

sabato 8 ottobre 2011

Corso di aggiornamento 2011: nel secondo incontro "Giochiamo con l’italiano"

Giochiamo con l’italiano. Una proposta didattica per comunicare in modo efficace è un libro di Carocci Editore, scritto da Simone Fornara (docente-ricercatore in Didattica dell’italiano, presso il Dipartimento della Formazione e dell’Apprendimento della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana) insieme a Tiziana Bisi (docente di scuola elementare nel Canton Ticino) e Giuditta Minardi Crohas (sociologa e ricercatrice presso l’Alta Scuola Pedagogica di Lucerna). Il libro presenta un gioco didattico utile per l'apprendimento della nostra lingua e si rivolge innanzitutto ai docenti delle scuole elementari. Tuttavia un’ampia fascia di utenti, dai genitori che non vogliono parcheggiare proprio tutto il giorno i bimbi davanti alla tivù, agli animatori, agli insegnanti di sostegno, fino a quelli di lingua italiana per stranieri, potrà attingervi elementi o farsi ispirare per inventarne altri. Per questo motivo lo abbiamo inserito a pieno titolo tra i libri del nostro aggiornamento.
Mercoledì scorso, dunque, nel salone d'onore della Biblioteca Marazza, Simone Fornara, uno degli autori del libro, introdotto da Mario Gamba, docente di filosofia al Liceo Scientifico di Borgomanero, ha tenuto un'interessante lezione, ricca di esempi pratici, molti dei quali perfino spiritosi e capaci di coinvolgere e divertire anche le serissime corsiste intervenute.
Qui trovate un approfondimento sul testo: http://www.ilcastellodipierina.com/media/2011/2011_013.pdf
Il prossimo appuntamento è per martedì 11 ed avrà come relatrice la scrittrice Maria Adele Garavaglia.

sabato 1 ottobre 2011

Corso di aggiornamento 2011: il primo incontro è stato con 5perché, rivista multiculturale per bambini

Alla rivista per bambini  5perché  avevamo già dedicato un post qui sul blog(http://sistemabibliotecariomedionovarese.blogspot.com/2011/05/5perche-una-rivista-interculturale-per.html), ma ora abbiamo potuto conoscerla direttamente, esplorando le numerose modalità del suo utilizzo a scuola o in biblioteca, da soli o in gruppo. Questo grazie alla presenza a Borgomanero (martedì 27 settembre dalle 16 alle 18.30, per il primo incontro di aggiornamento) di Claudia Camicia  -redattrice del periodico, presidente del Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile di Roma ed autrice per bambini e ragazzi (ricordiamo qui solo Zac zac zac. Lele e le sue irriducibili unghie delle Edizioni Corsare) -. Claudia Camicia ha illustrato la genesi di 5perché, nata nell'occasione dei 35 anni di attività del Gruppo per rispondere in modo il più possibile ampio e creativo alle esigenze sempre più vive di interculturalità nel mondo dell'educazione e, perché no?, dell’amicizia e dello svago. Queste esigenze conosciamo bene anche noi della biblioteca Marazza, qui a Borgomanero, perché, pur con i nostri pesanti limiti economici e in un territorio in cui ancora più pesante è l'isolamento culturale, ce ne occupiamo fin dagli anni Novanta, quando Vinicio Ongini cominciò a parlare di "biblioteca multietnica". Ma non divaghiamo. Di 5perché sono usciti sinora due numeri ed il terzo è in preparazione. Ogni fascicolo è dedicato a due Paesi: Cina e Filippine, il primo; Marocco e Romania, il secondo; e il terzo, in preparazione, sarà dedicato a Perù e Albania.


Ciascun numero si caratterizza per le numerose attività che propone, tra le più gradite ai bambini: lettere, giochi, indovinelli, segnalibri da collezionare, eccetera, sempre legate ai Paesi di cui si parla. Una fiaba con illustrazioni di pregio (collaborano con la rivista artisti usciti dalla scuola di illustrazione di Sarmede) costituisce l’inserto centrale ed è staccabile e conservabile, anche quando le parti più “effimere” siano state usate ed “esaurite”. Per chi volesse utilizzare la rivista per incontri di classe, animazioni di gruppo o laboratori in biblioteca, è disponibile una scheda con proposte di attività di vario tipo.
Terminata la descrizione, Claudia Camicia ha coinvolto le partecipanti al nostro corso in un piacevolissimo laboratorio, che ne ha messo in luce le doti di “aspiranti giornaliste”. I contenuti del laboratorio saranno visibili, completamente o in parte, sul sito di 5perché (http://www.5xk.it/home.php ). Chi volesse poi approfondire la conoscenza del Gruppo di Servizio e della sua rivista Pagine Giovani (collezione completa consultabile alla Sezione Ragazzi della biblioteca Marazza) potrà collegarsi a http://www.gruppoletteraturagiovanile.it/ .
Mi pare tutto, per oggi. Al prossimo incontro, che sarà mercoledì 5 ottobre, sempre alle 16.30

giovedì 29 settembre 2011

Premio "La casa della fantasia" 2011. Immagini della festa di premiazione

Giovanna Goffredo, terzo Premio per la filastrocca

Paolo Avigo, terzo premio per l'illustrazione

Manuela Cambio, secondo premio per l'illustrazione

I premiati in prima fila

Mario Pennacchio, primo premio per la sezione filastrocche
Alcune immagini della festa di premiazione del nostro concorso di letteratura e illustrazione per l'infanzia, anche quest'anno molto partecipato. Ciascun vincitore è ritratto accanto al presidente della Fondazione Paolo Bignoli. Il volumetto che contiene le filastrocche e le illustrazioni vincitrici verrà dato in omaggio a biblioteche e classi che parteciperanno ai laboratori futuri.
La mostra degli illustratori resterà aperta fino al 15 ottobre, vi invitiamo dunque a visitarla. Tra gli artisti selezionati vi segnaliamo Alessandro Coppola, intervenuto all'inaugurazione (per lui e la sua "Italia di fili da cucire" ha avuto parole di apprezzamento il critico Giulio Martinoli).
Serena Marangon (http://cosebellediserena.blogspot.com/2011/09/giornata-borgomanero.html) e Paolo Avigo (http://www.gigarte.com/iscritto/index.php?username=avigo) hanno pubblicato sui loro siti altre notizie ed immagini: tra parentesi trovate i rispettivi link.

Serena Marangon, primo premio per l'illustrazione

Il tavolo della giuria visto dal pubblico


La mostra degli illustratori nella Sala Candoglia
Sul sito della Fondazione Marazza, nella sezione dedicata alla stampa, trovate la foto dei vincitori e delle giurie, quella dei ragazzi (scuole medie di Borgomanero ed elementari di Briga Novarese e Borgo Ticino) e quella tecnica (http://www.fondazionemarazza.it/web/media/press/casafantasia.jpg)