Cerca nel blog

giovedì 17 maggio 2018

Premio di poesia e traduzione poetica ACHILLE MARAZZA

Sabato 19 maggio 2018 alle ore 16.30 si terrà la cerimonia di premiazione della XXII edizione del Premio.
Riportiamo qui di seguito una sintesi il verbale della Giuria e invitiamo tutti gli amanti della poesia ad essere presenti. Nell'occasione uscirà anche il Quaderno del premio, che sarà donato alla Biblioteche del sistema che ne faranno richiesta.


PREMIO MARAZZA 2018
VERBALE DELLA GIURIA

La Giuria del Premio Marazza 2018, composta da Giovanni Tinivella (presidente della Fondazione Marazza), Antonella Anedda, Franco Buffoni (presidente della Giuria), Giuliano Ladolfi, Fabio Pusterla, Fabio Scotto ha ricevuto tutti i volumi regolarmente partecipanti al premio entro la prima decade di febbraio 2016 da parte della Segretaria Eleonora Bellini, compiacendosi per l’alto livello qualitativo medio delle opere presentate. Per la sezione

TRADUZIONE DI POESIA

l’attenzione dei giurati si è principalmente incentrata sulle seguenti opere:

F. Benocci – E. Bello, Parleranno le tempeste di J. Frame, ed. Capelli 

Elena Chiti, Specchi dell'assenza di F. Bayrakdar, ed. Interlinea 

Nicola Gardini, Ermafrodito de Il Panormita, ed. Einaudi
E. Kampmann, Le antenne dell'homunculus di P. Aage Brandt 

Piero Marelli, Sonetti a Orfeo di R. M. Rilke, ed. La vita felice 

Nazzaro A. – E. Falcomer, Il nemico dei Thirties di J. Arabia

Attraverso successive discussioni e riletture si è giunti a restringere la rosa a:
Elena Chiti, Specchi dell'assenza di F. Bayrakdar, ed. Interlinea 

Nicola Gardini, Ermafrodito de Il Panormita, ed. Einaudi
E. Kampmann, Le antenne dell'homunculus di P. Aage Brandt 


Un’ulteriore definitiva discussione e rilettura ha portato la Giuria all’unanimità alla decisione di assegnare il premio ex aequo a
Elena Chiti, Specchi dell'assenza di F. Bayrakdar, ed. Interlinea 

Nicola Gardini, Ermafrodito de Il Panormita, ed. Einaudi
con le seguenti motivazioni:

Elena Chiti

Specchi dell’assenza (Interlinea, 2017) del poeta siriano Faraj Bayrakdar è un’opera che assume nell’odierno panorama poetico il ruolo di una civile testimonianza tanto più necessaria in un momento storico che vede il suo Paese ridotto a un immenso campo di macerie dove la dignità umana è calpestata, come la libertà d’espressione. Naturalmente questa non sarebbe una ragione, per quanto importante, sufficiente per attribuire un riconoscimento letterario, se nella sua lirica alla “necessità” testimoniale civile e politica non corrispondesse un' altrettanto sofferta esigenza espressiva, che qui tocca livelli altissimi d’icasticità in un progressivo denudamento della materia poetica che ne intensifica l’immediatezza. Alla misura essenziale, spesso epigrammatico-aforistica di questa poesia, Elena Chiti, giovane ma già assai attiva e apprezzata arabista, presta la sua voce con lucido e vigile ascolto, mai cedendo alla tentazione dell’enfasi e sempre mostrandosi capace di restituirne le modulazioni ora accorate ora meditative con un’efficacia espressiva tale da renderne la dolcezza e l’acuminatezza grazie a un’estrema economia di mezzi, con esiti assai felici per qualità di riscrittura, se “Un uccello/ basta/perché non cada/ il cielo.”


Nicola Gardini

Sconcezza ma non pornografia, scrive Nicola Gardini, appassionato traduttore di questi ottanta epigrammi scritti intorno al 1420 da Antonio Beccadelli (chiamato il Panormita, dal suo luogo di nascita).
La precisazione di Gardini è necessaria per leggere senza scandalo e senza compiacimento un’opera in cui la coprolalia ritma un’allegria che forse la letteratura non dovrebbe sottovalutare e con una libertà che coincide con le diverse possibilità dell’essere. Assegnando il premio a Nicola Gardini, scrittore e strenuo difensore del latino, la Giuria ha voluto sottolineare come l’impeccabilità tecnica riesca a tradurre dall’Umanesimo proprio quei valori di dignità degli istinti e delle emozioni che i secoli futuri avrebbero castigato.
La Giuria desidera anche segnalare l’eccellenza del lavoro compiuto da E. Kampmann.

Per la sezione POESIA, che ha registrato la più alta partecipazione di autori, l’attenzione della Giuria si è lungamente soffermata sulle opere di:

Alida Airaghi
Dino Azzalin
Simone Bonin
Simone Burratti
Alessandra Carnaroli
Davide Castiglione
Matteo Fantuzzi
Marco Giovenale
Nicoletta Grillo
Marica Larocchi
Daniele Piccini
Giusy Quarenghi
Valentino Ronchi
Giuseppe Rosato
Francesco Sassetto
Giulia Scuro
Damiano Sinfonico

Attraverso successive riletture e votazioni si è giunti a restringere la rosa a:

Alida Airaghi
Alessandra Carnaroli
Matteo Fantuzzi
Marco Giovenale
Daniele Piccini

Un’ulteriore definitiva rilettura ha portato la Giuria alla decisione di designare come finalisti:

Alida Airaghi, Omaggi, editore Einaudi
Alessandra Carnaroli, Primine, edizioni del Verri
Matteo Fantuzzi, La stazione di Bologna, Feltrinelli editore

con le seguenti motivazioni:

Alida Airaghi

Omaggi (Einaudi, 2017) di Alida Airaghi è un’opera singolare per progettualità e realizzazione che associa in modo originale riscrittura e scrittura. Sostanzialmente bipartita, la silloge propone, nella sua prima e più cospicua parte, una serie di omaggi ad alcuni maestri del Novecento che sanno abilmente aggirare l’insidia del mero virtuosismo attraverso un lavoro accuratissimo di filtro e di reinterpretazione che ne fa, a loro modo, delle “traduzioni” in propria lingua, le quali hanno il pregio di rivelare la tributarietà e la gratitudine, ma anche l’effetto d’irradiazione ipertestuale che trasforma la lettura in nuova scrittura geminata da un’originale confesso. La seconda e ultima parte dell’opera, autonoma rispetto alla prima, comunque stabilisce, nella rievocazione, in un tono elegiaco e dolente vagamente caproniano, di una vacanza invernale a Zurigo un legame attraverso il ricordo con una galleria di luoghi e personaggi che paiono il complemento esistenziale perfetto del viaggio attraverso l’opera dei poeti omaggiati nella prima parte, a ben vedere un ritrovarsi per poi riperdersi “in un pellegrinaggio laico”.


Alessandra Carnaroli

Libro agile, intenso, di straordinaria forza drammatica, Primine di Alessandra Carnaroli offre al lettore 87 istantanee vivide ed estreme; 87 prese di voce, in ciascuna delle quali una bimba o una ragazzina condensa in pochi tratti il suo sguardo sul mondo, la sua coscienza o incoscienza dell’orrore che subisce, in un impasto di realismo e ironia, desolazione e speranza, ingiustizia profonda e slancio vitale. Il linguaggio sale dal basso della concretezza, talvolta del disagio e della difficoltà; e tuttavia, in mezzo al suo incespicare, alle sue inevitabili slogature (che sono l’equivalente linguistico della slogatura esistenziale delle giovani protagoniste), si colgono subito una freschezza commovente, una verità denudata e una sperimentazione coraggiosa e dissimulata.


Matteo Fantuzzi

È estremamente difficile scrivere poesia politica: è sempre in agguato la retorica. Invece c’è felicemente riuscito Matteo Fantuzzi, che ha sentito nella propria coscienza la necessità di tramandare il ricordo di un avvenimento tra i più tragici della nostra recente storia: la strage di Bologna del 2 agosto del 1980. La tragedia viene rievocata tramite brevi annotazioni di cronaca accanto a una poesia che fa emergere nudo e violento il lato umano: «un padre che scava solo e a mani nude», la vicenda di Marco che, privo di una gamba, «non potrà più essere / mezz’ala», le valigie sparse, l’odore del tritolo, le lacrime, il sudore, la prospettiva degli attentatori, «delle bestie perché non riconoscono più pietà». Il poeta persegue un tipo di “poesia-vita” e non solo perché assume come argomento un fatto reale, ma soprattutto perché parla di morte, di dolore, di disperazione, di speranze troncate, di sensi di colpa che rovinano il resto dell’esistenza dei sopravvissuti. E allora il lamento per la strage diventa lamento per la condizione stessa dell’uomo, cui per secoli filosofi e teologi hanno cercato di offrire una spiegazione, condizione che ogni essere vivente ricapitola in sé sempre per la prima volta e della quale la poesia può offrire solo una testimonianza, non un senso.

L’opera dei tre finalisti, dopo la pubblica lettura, verrà sottoposta al voto della Giuria dei lettori, che designerà il vincitore il giorno stesso della premiazione sabato 19 maggio 2018, h 16.30.

La Giuria desidera anche particolarmente segnalare l’opera di Marco Giovenale e Daniele Piccini.

I lavori, che si sono interamente svolti per via telematica, si sono conclusi in data 25 marzo 2018 con la stesura delle motivazioni e del presente Verbale.


Il Presidente della Giuria
Franco Buffoni
Roma, 25 marzo 2018


sabato 21 aprile 2018

Premio LA CASA DELLA FANTASIA. Vincitori 2018

Concorso La casa della fantasia 2018
Felicità!

Verbale della giuria

Sezione narrativa
La giuria della sezione narrativa (Eleonora Bellini, Daniela Buonavita, Anna Pastore), dopo un attento esame delle opere regolarmente pervenute al concorso ha soffermato la propria attenzione su tre testi, di cui ha valutato attentamente le caratteristiche contenutistiche e formali. All’unanimità ha quindi elaborato la graduatoria seguente:
  1. Che fortuna!
  2. Chi è la felicità?
  3. Teporino e il terribile Ciucciacalduccio
Aperte le buste contenenti i dati, la giuria ha preso visione dei nominativi degli autori dei testi vincitori:

I° Premio: Che fortuna! di Barbara Pumhösel di Rignano sull'Arno (FI)

II° Premio: Chi è la felicità? di Ilaria Rossi di Vigonza (PD)

III° Premio: Teporino e il terribile Ciucciacalduccio di Matteo Leonardi di Roasio (VC)

Sezione illustrazione
La giuria (Giulio Martinoli, Roberto Ripamonti), dopo un attento esame delle illustrazioni regolarmente pervenute al premio, ha giudicato particolarmente interessanti le illustrazioni contrassegnate dai numeri: 1, 2, 5, 8. Eseguita una ulteriore valutazione delle caratteristiche delle immagini in rapporto all’età dei destinatari, la giuria ha deliberato di premiare:
  • I° Premio: Erika Visconti di Vinovo (TO)
  • II° Premio: Chiara Macchi di Lari (PI)
  • III° Premio: Valeria Belloro di Novara
Finalista selezionata per la mostra degli illustratori:
Giada Ottone di Cureggio (NO)

La premiazione si terrà sabato 26 maggio 2018 nel Salone d’onore della Fondazione “Achille Marazza” a Borgomanero, in viale Marazza 5.
Le illustrazioni vincitrici e finaliste saranno esposte in mostra nella sala delle colonne dal 26 maggio al 16 giugno 2018.
L'albo vincitore sarà donato dalla Fondazione Marazza a tutti i bimbi nati nell'anno 2017 e residenti a Borgomanero.
La presente edizione del Premio si tiene con il patrocinio di Kiwanis Club Borgomanero ed è inserita tra gli eventi de IL MAGGIO DEI LIBRI.

Borgomanero, 21 aprile 2018

martedì 17 aprile 2018

25 aprile, un nuovo libro




Sabato 21 aprile 2018 alle ore 16
nel salone d'onore della Fondazione Marazza
Carlo Greppi ricercatore storico presenta il suo nuovo saggio
"25 aprile 1945" (Laterza Editore).
Introduce Giovanni A. Cerutti, direttore dell'ISRN.
Nel saggio si tratta anche di Achille Marazza, “uomo che accoppiava all'altezza dell'ingegno grande modestia e mitezza d'animo”, e del suo ruolo nella resa di Mussolini.
A chi lo desidera sarà rilasciato attestato di partecipazione.

martedì 27 marzo 2018

CONTRIBUTO STRAORDINARIO ACQUISTO LIBRI 2014

La Regione Piemonte ha liquidato il mese scorso il contributo straordinario 2014, destinato alle biblioteche del nostro Sistema che ne avevano fatto regolare richiesta ed erano al momento in possesso dei requisiti minimi richiesti, per un importo complessivo di euro 2.093,44.

Il nostro economato ha pertanto girato alle biblioteche le somme loro spettanti (det. Dir. 262 del 20/6/2015), così suddivise:

CRESSA euro 146, 82

GOZZANO euro 279,58

INVORIO euro 373,91

LESA euro 277,38

MAGGIORA euro 213,63

MEINA euro 307,70

OLEGGIO C. euro 344,94

VERUNO euro 149,48


Borgomanero, 28 marzo 2018


La direzione
Fondazione Achille Marazza
Centro Rete Sistema Bibliotecario Medio Novarese

sabato 17 marzo 2018

17 marzo. Anniversario dell'Unità d'Italia

L'anniversario dell'Unità d'Italia viene fatto coincidere con il 17 marzo, data che richiama la proclamazione del Regno d'Italia (17 marzo 1861). L'anniversario è stato solennemente festeggiato nel 1911 (50 anni), nel 1961 (100 anni) e nel 2011 (150 anni). 
Vi proponiamo qui alcune stampe della raccolta di Achille Marazza, cultore di arte e di storia oltre che fondatore della nostra biblioteca che porta il suo nome.

Journée du 22 mars 1848 à Milan.
Acquaforte e bulino, a colori, di Henri de Montaut, in: Histoire de l'Italie par César Vimercati, s.d. [ca. 1825 - ca. 1890]. Montaut de, Henri <1825/1830-1890/1900> (Barbara Gattone, cat. 15/02/2018)






Emigration des habitants de Milano
Acquaforte e bulino, a colori, di Henri de Montaut, in: Histoire de l'Italie par César Vimercati, s.d. [ca. 1825 - ca. 1890].Montaut de, Henri <1825/1830-1890/1900> (Catalogatore, data di catalogazione: Barbara Gattone, 15/02/2018)
Attacco dei Cacciatori delle Alpi contro il vapore Radetzky sul Lago Maggiore
Incisione su acciaio a colori, firmata, di Gandini Domenico su disegno di Najmiller e litografia di Falione. Milano, Francesco Pagnoni Editore.
(Catalogatore, data di catalogazione: Barbara Gattone, 15/02/2018)





Il fondo di antiche stampe d'arte è oggetto di un progetto di digitalizzazione, di cui avremo ancora occasione di parlare. Qui ricordiamo soltanto che nel 2011 la Fondazione Marazza celebrò, nella propria sede e nel Sistema, l'anniversario dell'Unità 'Italia. Vi riproponiamo due immagini della mostra, sempre di stampe storiche e d'arte "Una nuova forma per lo Stivale".




mercoledì 21 febbraio 2018

Biblioteca di Bogogno: libri, arte, musica

Personalità già presenti in passato al Centro Rete e in altre biblioteche del Sistema, si ripropongono quest'anno anche a Bogogno per festeggiare le donne con arte, musica, scrittura.

giovedì 15 febbraio 2018

Biblioteca di Invorio: presentazione libro

Venerdì 16 febbraio alle ore 21,00 presso il Salone di Casa Curioni 
Marco Invernizzi presenterà il suo libro 
“Errare è umano – Il giro del mondo in bicicletta” 

Parteciperà all’evento anche il gruppo invoriese le “Volpi di Invò” attivo sul territorio sia per mantenere e ripristinare sentieri ciclo-pedonabili sia per organizzare eventi che vedono come protagonista la bicicletta e rivolti non solo agli esperti ma anche alle famiglie.

sabato 3 febbraio 2018

Adesioni al sistema per l'anno 2018



Hanno già formalizzato l'adesione al sistema per l'anno 2018 le biblioteche dei Comuni di:
Gozzano
Suno
Maggiora
Ameno
Fontaneto d'Agogna
Cavallirio
Gattico

Il testo della Convenzione è il medesimo dello scorso anno, così come le quote di adesione e l'IBAN a cui effettuare il versamento.
Per poter organizzare la meglio la continuità del servizio invitiamo i Comuni al rinnovo della Convenzione e al versamento delle quote entro il 28 febbraio prossimo, inviando copia della documentazione ai nostri uffici.

martedì 30 gennaio 2018

Biblioteca di Meina: Un ponte di libri


Alla Biblioteca di Meina potete visitare la mostra "UN PONTE DI LIBRI", circolante tra le biblioteche del Sistema e di cui Vi abbiamo già dato notizia a settembre quando venne esposta presso la Sezione Ragazzi di Borgomanero (vedi post).
L'ideale ponte di libri, portavoce di eguaglianza, accoglienza e libertà, continua così il suo viaggio, iniziato a Monaco nel 1956 per volontà di Jella Lepman.
 
Rimettiamo il mondo per il verso giusto. Partendo dai bambini, diceva Jella.

sabato 13 gennaio 2018

Premio LA CASA DELLA FANTASIA 2018

La Biblioteca Pubblica e Casa di Cultura Fondazione “Achille Marazza”- Onlus, Centro Rete del Sistema Bibliotecario del Medio Novarese, con il patrocinio e il contributo di Kiwanis Club - Borgomanero indice la quattordicesima edizione del

CONCORSO NAZIONALE PER UN LIBRO DEDICATO ALL’INFANZIA
                                                                    “La casa della fantasia”

Il concorso prevede due tipologie: testo e illustrazione. Si può concorrere ad una sola di esse oppure a entrambe. Le giurie sono separate.

Testo

Lettori da 3 a 6 anni
  1. I destinatari del testo sono i bambini da 3 a 6 anni.
  2. I testi proposti potranno essere sia brevi storie che filastrocche; la lunghezza non dovrà superare, pena l’esclusione, i 2.500 caratteri, spazi inclusi.
  3. Il tema è “Felicità!”.
Regolamento
  1. La partecipazione è aperta a tutti coloro che, alla data di scadenza del presente bando, abbiano compiuto il 18° anno di età.
  2. I testi dovranno essere originali e inediti, redatti in lingua italiana o anche in altre lingue, purché con traduzione italiana a fronte; dovranno essere spediti a: Fondazione “Achille Marazza”, Viale Marazza 5, 28021 Borgomanero, (NO) in una copia cartacea anonima, e in una copia su CD ugualmente anonima. Nel plico sarà inserita una busta chiusa sulla quale verrà scritto il titolo dell’opera; all’interno la busta medesima conterrà i seguenti dati dell’autore: nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo, numero di telefono, e-mail, breve curriculum, titolo dell’opera inviata a concorso. Si può concorrere ad una sola delle due sezioni del concorso. Non è ammessa la partecipazione degli autori vincitori del primo premio nelle ultime due edizioni (2014 e 2016).
  3. I testi non saranno restituiti e se ne intende autorizzata la pubblicazione a cura della Fondazione.
  4. Termine per la spedizione delle opere: 15 febbraio 2018 (farà fede la data del timbro postale).
  5. Le scelte della Commissione Giudicatrice saranno insindacabili.
  6. I risultati saranno comunicati personalmente ai vincitori ed ai finalisti e verranno diffusi attraverso organi di stampa e siti internet.
  7. Il premio consisterà nella pubblicazione dell’opera prima classificata. Il vincitore riceverà gratuitamente n° 50 copie del libro. I primi classificati di ogni sezione verranno ospitati a Borgomanero in occasione della premiazione, che prevede anche un momento di incontro e di animazione per i bambini destinatari del premio.
Illustrazione

Lettori da 3 a 6 anni

1. I destinatari del testo sono i bambini da 3 a 6 anni.
2. Il tema è “Felicità!”.
3. I candidati presenteranno almeno due illustrazioni (formato quadrato minomo cm 21 x 21

Regolamento
  1. Le tavole non verranno firmate e sul loro retro sarà indicato solo il titolo. Alle tavole sarà allegata una busta chiusa sulla quale saranno scritti i titoli delle tavole; all’interno la busta conterrà i seguenti dati dell’autore: nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo, numero di telefono, e-mail, breve curriculum, titolo delle opere inviate a concorso; un CD con la scansione delle immagini concorrenti. Si può concorrere ad una sola delle due sezioni del concorso. Non è ammessa la partecipazione degli autori vincitori del primo premio nelle ultime due edizioni (2014 – 2016).
  2. Le illustrazioni dovranno essere spedite in originale a: Fondazione “Achille Marazza”, Viale Marazza 5, 28021 Borgomanero, (NO)
  3. L’illustratore classificatosi al primo posto di ciascuna sezione sarà invitato realizzare le illustrazioni per il racconto vincitore. A tal fine ciascun concorrente al premio è invitato ad inserire nella busta contenente i dati la seguente dichiarazione: “Il/la sottoscritto/a, qualora risultasse vincitore del primo premio si impegna formalmente a realizzare e consegnare le illustrazioni richieste a completamento del libro (6 complessivamente) entro la data che verrà indicata dalla Fondazione Marazza e comunque in tempo utile per la stampa”.
  4. Termine per la spedizione delle tavole: 31 gennaio 2018 (farà fede il timbro postale).
  5. Le scelte della Commissione Giudicatrice saranno insindacabili.
  6. I risultati saranno comunicati personalmente ai vincitori ed ai finalisti e verranno diffusi attraverso organi di stampa e siti internet.
  7. E’ prevista l’esposizione in mostra delle tavole più interessanti, scelte tra quelle pervenute al concorso. A conclusione della mostra le tavole originali verranno restituite agli autori.
  8. L’artista classificato al primo posto riceverà gratuitamente n°50 copie del libro vincitore. I primi classificati verranno ospitati a Borgomanero in occasione della premiazione, che prevede anche un momento di incontro e di animazione per i bambini destinatari del premio.
  9. L’iscrizione al concorso implica l’accettazione di tutte le norme contenute nel presente bando.
D. Altre informazioni
     
La premiazione è prevista per la seconda metà del mese di maggio 2018. 
Nello stesso giorno sarà inaugurata la mostra degli illustratori.
L'albo vincitore nella sezione dedicata ai più piccini verrà donato a tutti i bambini nati nell’anno 2017 e residenti nel Comune di Borgomanero, nell’ambito degli incontri del Progetto Nati Per Leggere.
Gli autori del testo e delle illustrazioni vincitrici conservano i diritti sulle proprie opere, ma si impegnano a non pubblicarle altrove se non trascorso un anno dalla prima edizione curata della Fondazione Marazza e a citare in quella sede il premio “La casa della fantasia”.

 
© Fondazione Achille Marazza con autori ed illustratori
Fondazione “Achille Marazza” ONLUS
Biblioteca Pubblica a Casa di Cultura, Viale Marazza 5 28021 Borgomanero NO
tel 0322 81485; fax 0322 836730 www.fondazionemarazza.it

venerdì 12 gennaio 2018

PREMIO NAZIONALE DI POESIA E DI TRADUZIONE POETICA "ACHILLE MARAZZA" BANDO 2018 - XXII EDIZIONE

La Fondazione Achille Marazza, in collaborazione con la Regione Piemonte e con il Comune di Borgomanero, bandisce la ventunesima edizione del Premio Nazionale di poesia e traduzione poetica “Achille Marazza” con il seguente regolamento:

- sezione traduzione
Premio destinato a una traduzione poetica da lingue antiche o moderne edita tra il 1 ottobre 2016 e il 31 gennaio 2018, con una dotazione di euro 2.000.
- sezione poesia
Tre premi da euro 1.000 ciascuno a tre libri di poesia editi tra il 1 ottobre 2016 e il 31 gennaio 2018. La Fondazione acquisterà 25 copie di ciascuno dei tre libri finalisti. Una giuria popolare composta da studenti, insegnanti e lettori della biblioteca voterà - all’interno della terna stabilita dalla Giuria tecnica - il super vincitore al quale verrà assegnato un ulteriore premio di euro 1.000.

Le opere candidate dovranno essere inviate in sei copie entro il 31 gennaio 2018 a:
Eleonora Bellini, Segreteria del Premio Marazza - Fondazione Achille Marazza, Viale Marazza 5, 28021 BORGOMANERO - NO. Farà fede la data del timbro postale. I volumi dovranno essere accompagnati da un Curriculum Vitae. Non potranno concorrere al premio le opere il cui editore e/o curatore di collana sia componente della giuria.
Potranno essere premiate solo le opere regolarmente inviate al premio. Il vincitore riceverà la somma in dotazione esclusivamente se sarà presente alla cerimonia di premiazione, che si terrà sabato 19 maggio 2018 alle ore 16.30 alla Fondazione Marazza di Borgomanero. In caso di assenza gli sarà attribuito il titolo, mentre la dotazione in denaro sarà devoluta ad attività della Biblioteca Marazza. Le spese di soggiorno saranno a carico della Fondazione Marazza.
Giuria: Franco Buffoni (Presidente), Antonella Anedda, Giuliano Ladolfi, Fabio Pusterla, Fabio Scotto, Giovanni Tinivella (Presidente della Fondazione).


Borgomanero, 18 novembre 2017 Il Presidente della Fondazione
Giovanni Tinivella

giovedì 11 gennaio 2018

INCONTRI DI AGGIORNAMENTO primo trimestre 2018

Gli incontri si rivolgono in primis a bibliotecari, insegnanti, animatori culturali, ma possono essere seguiti con piacere e profitto anche dai genitori, dai nonni e da chiunque sia interessato ai temi trattati.

GIOVEDI' 18 Gennaio 2018, ore 16.30 – 18.30
Massimo Savastano: Mafia punto e a capo. Ripartire dalla coscienza. Lottare contro la mafia significa battersi per il primato della persona umana. Dopo aver indagato, nei suoi precedenti libri, i meccanismi del sistema mafioso e la strategia adottata dagli eroi antimafia e dopo aver preso consapevolezza di come la mafia non sia imbattibile, Massimo Savastano afferma a piena voce che ora è il momento di decidersi a invertire rotta ...

GIOVEDì 25 gennaio 2018, ore 16.30 – 18.30
Alfredo Stoppa: Raccontare la storia attraverso le storie. Stoppa, oltre che un bravo scrittore, è un grande affabulatore. Chi meglio di lui potrebbe illustrarci come la grande storia può essere raccontata – e vissuta – attraverso la narrazione, il romanzo?

VENERDI' 9 febbraio 2018, ore 16.30 – 18.30
Matteo Gubellini: Teatri d'ombra e altri modi di "leggere" ai bambini e non solo. Gubellini è illustratore,scrittore, musicista e animatore. "Credo che si possano comunicare le cose in modi diversi. Ogni “strumento” dà una forma esclusiva alle cose, e a seconda della forma acquisita le cose arriveranno agli altri in modo differente: arrivano in un certo modo se le disegno, in un altro se le scrivo, in un altro ancora se le canto, e via dicendo…" afferma. Incontro-laboratorio.

VENERDI' 23 febbraio 2018, ore 16.30 – 18.30
Stefano Panzarasa: Educazione ecopacifista nelle opere di Gianni Rodari. Il "favoloso Gianni" non ha perso di attualità, anzi! Stefano Panzarasa, geologo, musicista, versatile animatore culturale, nonché  responsabile del Servizio Educazione Ambientale del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili (RM) ha ideato e realizzato attività, laboratori, libri, a partire dalle poesie e filastrocche di Rodari.

Indirizzo: Fondazione Achille Marazza, viale Marazza 5, 28021 Borgomanero NO; tel. 0322 81485;
marazzaragazzi@libero.it, bibliotecarioborgo@gmail.com, fond.marazza@tiscali.it.

A chi ne farà richiesta sarà rilasciato attestato di partecipazione.

sabato 11 novembre 2017

Statistica sul funzionamento delle biblioteche

Riportiamo dal sito regionale l'informativa sulla rilevazione statistica che tutte le biblioteche del sistema sono tenute a compilare

RILEVAZIONE SUI DATI DI FUNZIONAMENTO DELLE BIBLIOTECHE PUBBLICHE DEL PIEMONTE

Lunedì 13 novembre 2017
parte la rilevazione sui dati di funzionamento 2016 delle biblioteche pubbliche e dei sistemi bibliotecari del Piemonte.
Termine per la compilazione: Venerdì 29 dicembre 2017
Per compilare il questionario on-line bisogna connettersi al seguente indirizzo: http://piemonte.simonlib.it/biblioteca
I dati della biblioteca si possono inserire utilizzando lo stesso identificativo e la stessa password utilizzati nelle rilevazioni precedenti. In caso di smarrimento si possono richiedere all’indirizzo mail di assistenza riportato più in basso.
Annualità dei dati da inserire: 2016
Istruzioni brevi per l’inserimento dati: Tutorial Rilevazione Biblioteche 2017 (doc)    
Per ricevere assistenza nel corso della rilevazione: rilevaz.simonlib@regione.piemonte.it

Ai sensi della Legge regionale n. 24 del 20.12.2011 che attua la normativa nazionale (D.Lgs. n. 36 del 24.01.2006) e ai sensi delle direttive comunitarie (Direttiva 2003/98/CE del 17.11.2003 e Direttiva 2013/37/UE del 26.06.2013) in materia di riuso del patrimonio informativo delle Pubbliche Amministrazioni rilasciato in forma Open, si comunica che i dati raccolti potranno essere utilizzati per implementare la piattaforma regionale OPENDATA Piemonte consultabile al sito http://www.dati.piemonte.it.